Come difendersi dalle assicurazioni truffa e verificare la propria copertura in tempo reale

di | Dicembre 14, 2015

Una delle spese più pesanti per chi possiede un’automobile o una motocicletta è quella relativa all’assicurazione per la responsabilità civile. Nel tentativo di risparmiare, talvolta i contraenti si affidano ad aziende che praticano prezzi non in linea con quelli di mercato, incappando in delle vere e proprie truffe.

foto_420482_550x370
Il raggiro non consiste semplicemente nel furto della somma di denaro pattuita, ma si estende alla fornitura del tagliando e del contratto abilmente contraffatti, facendo credere all’intestatario della polizza di essere in regola con le norme stradali. Coloro che sono caduti nella truffa si sono trovati a circolare in modo irregolare, contravvenendo alla norma che impone agli automobilisti e ai motociclisti di stipulare una polizza idonea a coprire i danni derivanti dalla circolazione stradale. Oltre al rischio di incorrere in una pesante sanzione pecuniaria, la quale può superare i 3 mila euro, i contraenti truffati risultano sprovvisti della copertura, rispondendo personalmente degli eventuali incidenti causati con colpa parziale o totale.

Risulta, quindi, fondamentale rivolgersi esclusivamente a compagnie conosciute a livello nazionale, verificando accuratamente se il sito da cui si stipula la polizza sia quello appartenente all’azienda assicuratrice. Naturalmente è sempre opportuno diffidare di chi pratica prezzi troppo bassi e poco plausibili: nella maggior parte dei casi si tratta di truffe.
Per limitare questo annoso problema, l’Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) ha stilato un elenco di compagnie assicurative autorizzate a stipulare polizze RCA per auto e per moto, consultabile collegandosi all’indirizzo www.ivass.it. Il sito presenta, inoltre, una sezione contenente i nominativi delle compagnie che non operano in modo regolare nel territorio italiano e una serie di casi di truffe comuni.

Per verificare la validità della propria polizza è sufficiente collegarsi al “Portale dell’Automobilista”, il sito web gestito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, raggiungibile digitando l’indirizzo www.ilportaledellautomobilista.it. Entrati nella home page bisogna cliccare su “Servizi online” e successivamente su “Verifica copertura RCA”. Non resta che inserire la targa del proprio mezzo e cliccare su “OK”. Nel caso in cui il proprio contratto assicurativo risulti scaduto o irregolare è assolutamente necessario munirsi di una polizza valida prima di mettersi alla guida del veicolo, sia per evitare di incorrere in pesanti sanzioni che per essere coperti in caso di sinistro.

Si ricorda che a partire dal 18 ottobre 2015 i contraenti di un polizza RCA non hanno più l’obbligo di esporre il tagliando cartaceo. Le forze dell’ordine, per procedere alla verifica della regolarità della polizza, effettuano un controllo telematico denominato “Targa System”, il quale dà un effettivo riscontro sulla autenticità del contratto. La verifica della copertura assicurativa può essere eseguita automaticamente dagli autovelox e dai varchi ZTL, anch’essi provvisti del Targa System.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.