La strada verso l’addio alla carta continua: Il certificato di proprietà diventa digitale

di | Ottobre 1, 2015

Pochi mesi dopo l’abolizione del contrassegno assicurativo cartaceo il governo piazza un altro colpo alla riduzione delle scartoffie e della burocrazia con il certificato di proprietà digitale. Dal 5 Ottobre 2015 infatti il certificato di proprietà dei veicoli a motore diventa digitale, una novità che interessa  oltre 40 milioni di cittadini possessori di auto, furgoni e moto.

151419380-fb18f05d-3960-41f8-9d05-009d67b2d750

Da lunedì chiunque acquisti un veicolo (non importa se nuovo od usato) non vedrà più recapitarsi il certificato di proprietà cartaceo, che sarà sostituito dalla sua versione integralmente digitale, custodita negli archivi informatici del PRA. Al proprietario sarà rilasciata una ricevuta dell’avvenuta registrazione che conterrà anche il codice di accesso personalizzato con il quale visualizzare online il documento sul sito www.aci.it.

I benefici immediati del certificato di proprietà digitale saranno innanzi tutto la drastica riduzione delle frodi legate al furto e alla falsificazione del documento, poi un aiuto ai 300.000 italiani smemorati che ogni anno perdono il prezioso documento (e pagano gli oneri di riemissione). Tanti i benefici anche per le casse e per l’ambiente con l’eliminazione e il risparmio di 30 milioni di fogli di carta e di tonnellate di inchiostro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.